Didattica

Proposta educativa in occasione della mostra "Nel mirino. L'Italia e il mondo nell'Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo 1939-1981"

La storia in un istante

Attilio Bravi nel salto in lungo, XVII Olimpiade di Roma, agosto-settembre 1960. Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo
Breve visita alla mostra + laboratorio (durata 90')
Gruppi fino a 15 studenti 70€ | Gruppi da 16 a 30 studenti 90€
Visita guidata alla mostra anche in lingua inglese, francese, tedesco e spagnolo (durata 60')
Gruppi fino a 15 studenti 50€ | Gruppi da 16 a 30 studenti 70€
Informazioni
T. 011 0881151 | didattica@camera.to
Programma
Scarica il programma
Modulo
Scarica il modulo

Le proposte educative di CAMERA per la mostra Nel mirino. L’Italia e il mondo nell’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo 1939 – 1981, si rivolgono al pubblico delle scuole primarie e alle secondarie di primo e secondo grado.

Le attività sono divise in una parte teorica e una pratica: una visita alla mostra, durante la quale la classe ha modo di conoscere le opere in mostra, e un laboratorio creativo in cui i contenuti appresi vengono tradotti in un’esperienza pratica, finalizzata alla realizzazione di un lavoro (singolo o di gruppo) che rappresenta anche un’occasione ludica e di relazione interpersonale, secondo le metodologie del learning by doing, dell’active learning e dell’empowered peer education.

La visita e il laboratorio sono condotti da un educatore museale, che avrà cura di adattare di volta in volta il laboratorio, lo spazio e i materiali alle esigenze della classe, alla fascia d’età e al numero degli studenti.

I laboratori:
> Esploriamo il passato (scuole primarie)
> Viaggiare con la fotografia (scuole primarie)
> Professione reporter (secondarie di primo e secondo grado)
> Dall’archivio alla storia (secondarie di primo e secondo grado)

Per scaricare il programma, clicca qui.

La proposta educativa di CAMERA è progettata in collaborazione con Arteco.

Il Family office, Tosetti Value, da sempre attento al valore della formazione nel passaggio generazionale, è lieto di sostenere il programma delle scuole di CAMERA.

Sponsor tecnico: Carioca

 

Esploriamo il passato

In un percorso cronologico, sviluppato per blocchi tematici, le fotografie esposte in mostra raccontano le grandi vicende politiche, sportive, di costume che hanno segnato la storia italiana del Novecento: dal referendum e la proclamazione della Repubblica Italiana nel 1946 alle Olimpiadi di Roma, dal concerto dei Beatles a Milano allo sbarco sulla luna. Come in un viaggio nel tempo, gli studenti saranno accompagnati alla scoperta di un’Italia che cambia, al passo con i grandi avvenimenti storici e le piccole rivoluzioni di costume. In laboratorio si approfondirà la lettura di alcune delle immagini viste in mostra per far emergere, in un’attività basata sul dialogo e lo scambio, gli elementi che denotano l’appartenenza delle fotografie dell’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo a epoche passate. L’abbigliamento che cambia, le automobili che si trasformano, la tecnologia che evolve: a partire da oggetti di uso quotidiano facilmente riconoscibili, si interverrà su riproduzioni delle fotografie Publifoto con elementi adesivi colorati che metteranno i documenti fotografici in stretto dialogo con la realtà contemporanea, come vista dagli studenti stessi.

● Prima fase: Visita in mostra con introduzione ad una selezione di tematiche presentate nelle diverse sale. Il mediatore lavorerà sul concetto di “linea del tempo” per aiutare il gruppo classe a recepire lo sviluppo cronologico della mostra.

● Fase intermedia: In gruppo, ci si soffermerà sull’osservazione di alcune delle fotografie in mostra per imparare a leggere l’immagine come documento, con particolare attenzione a elementi presenti nella foto che aiutano a collocare nel tempo l’immagine.

● Conclusioni: Gli studenti lavoreranno autonomamente o in piccoli gruppi su riproduzioni delle fotografie in mostra andando a individuare ed evidenziare con elementi adesivi di diverse forme e colori, gli elementi che “denunciano” l’appartenenza delle immagini a epoche passate.

Opere di riferimento: fotografie relative al referendum e alla proclamazione della Repubblica Italiana nel 1946, alluvione nel Polesine, Olimpiadi di Roma, concerto dei Beatles a Milano, reportage sulle mondine, sbarco dell’uomo sulla Luna.

Obiettivi educativi: far capire come un’immagine fotografica possa avere il valore di documento storico. Portare gli studenti a conoscenza di avvenimenti cardine della storia del Novecento in Italia attraverso le immagini. Stimolare lo spirito di osservazione e la capacità di creare relazioni con il presente e il proprio vissuto. Avvicinare gli studenti a una dimensione personale e quotidiana della storia.

Keywords: #tempo #storia #immagine #documento, #similitudini e #differenze

 

Viaggiare con la fotografia

La fotografia di reportage, rappresentata nella mostra Nel mirino. L’Italia e il mondo nell’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo 1939-1981, è stata, per anni, il solo tramite di conoscenza, per il pubblico italiano, di città, nazioni e culture sconosciute in precedenza. Gli studenti saranno invitati a superare le frontiere e i confini in una forma inedita di viaggio alla scoperta dell’altro e dell’altrove. A partire da alcune fotografie di cronaca estera saranno accompagnati in un percorso di “mettersi nei panni di”, entreranno così fisicamente nelle fotografie proiettate andando a rappresentare un personaggio ritratto proveniente da un’altra cultura o da un’altra epoca. Mediante l’immaginazione potranno ricostruire il momento dello scatto, aiutandosi con i dettagli che si trasformeranno in indizi alla scoperta della “verità”. Con l’uso di una maschera da loro realizzata e indossata, potranno narrare ai compagni le vicende quotidiane del personaggio ritratto.

● Prima fase: Una visita alla mostra in particolar modo alla sezione dedicata alla cronaca estera, ripercorrendo le diverse sezioni della mostra permettendogli di scoprire come la fotografia abbia accompagnato il pubblico italiano all’interpretazione del mondo nel XX Secolo.

● Fase intermedia: Dopo un brainstorming sui concetti dell’altro e dell’altrove e sulla differenza tra verità e immaginazione, gli studenti saranno accompagnati a selezionare un personaggio ritratto. A partire da quello andranno a realizzare una maschera e immaginare le vicende quotidiane dell’effigiato e nello specifico il momento dello scatto.

● Conclusioni: Singolarmente saranno poi invitati ad entrare fisicamente nello spazio dell’immagine proiettata e con l’utilizzo della maschera racconteranno ai compagni la “verità immaginata” della fotografia, soffermandosi sui dettagli.

Opere di riferimento: sezione Esteri, sbarco sulla Luna, sezione cronaca emigrazione.

Obiettivi educativi: far capire come un’immagine fotografica possa avere il valore di documento per una visione piùì estesa del reale in termini geografici, sociali e culturali. Far comprendere quanto la conoscenza dell’altro possa abbattere le barriere culturali. Far riflettere sulla differenza tra verità e immaginazione. Stimolare lo spirito di osservazione e la capacità di situarsi nell’oggi.

Keywords: #ioel’altro #altrove #cronacaestera #verità #immaginazione

 

Professione reporter

Quasi cinquant’anni di eventi in circa duecento fotografie di quella che è stata l’agenzia fotogiornalistica più importante del Paese: la mostra permette di indagare i rapporti fra fotografia e giornalismo e il ruolo dell’immagine nella comunicazione di ieri e di oggi. Esteri, cultura, sport, politica interna: i diversi tagli della cronaca sono accompagnati da reportage fotografici che, raccolti nello straordinario archivio Publifoto Intesa Sanpaolo, costruiscono una grande narrazione per immagini che evolve nella tecnica e nel linguaggio insieme all’avanzare della storia, diventando parte integrante dell’immaginario collettivo del XX secolo. Una sala interamente dedicata alla ricostruzione dell’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo di Milano permette di avvicinarsi ad ambienti, strumenti e metodi di lavoro dei reporter, offrendo agli studenti spunti per analizzare il rapporto tra fotografia e carta stampata e leggere correttamente la natura delle fotografie di reportage e il loro impatto sulla comunicazione e il giornalismo. In laboratorio gli studenti realizzeranno una fanzine che darà spazio a letture contemporanee degli eventi storici immortalati nelle fotografie esposte.

● Prima fase: Una visita alle diverse sezioni della mostra permette di scoprire come la fotografia abbia accompagnato e animato il racconto giornalistico di eventi che hanno segnato tappe della storia d’Italia del XX Secolo. L’accento sarà posto sullo sguardo del fotografo, sulle scelte operate nella rappresentazione degli eventi.

● Fase intermedia: A partire dall’osservazione di riproduzioni delle prime riviste che, già sul finire dell’ Ottocento, ospitano foto-notizie, a confronto con testate apparse in diversi periodi storici, fino a quotidiani contemporanei e fanzine indipendenti, si procede con un brainstorming sul ruolo dell’immagine in relazione alla notizia giornalistica, con accenni agli sviluppi contemporanei nel contesto del giornalismo e della comunicazione digitale.

● Conclusioni: Gli studenti, in piccoli gruppi, realizzeranno fanzine assemblando immagini storiche a titoli contemporanei, in un dialogo creativo fra testo e immagini.

Opere di riferimento: sezione esteri, politica, cultura, sport, economia, sezione Publifoto.

Obiettivi educativi: far conoscere agli studenti l’evoluzione della figura del fotoreporter e il suo ruolo nel più ampio contesto del giornalismo, di ieri e di oggi. Offrire agli studenti un’occasione per rielaborare, tramite un’attività pratica condotta in gruppo, i contenuti appresi, tessendo relazioni con il contemporaneo. Offrire strumenti per la lettura critica delle immagini, anche all’interno dei contesti della comunicazione contemporanea, digitale e non.

Keywords: #reportage, #foto-notizia, rapporto fotografia e giornalismo, #comunicazione, #comunicazionedigitale, #redazione, #cronaca: nera, esteri, politica, cultura, sport, economia

 

Dall’archivio alla storia

L’archivio è uno dei luoghi in cui si conservano la Storia e la memoria degli avvenimenti delle epoche passate. La mostra Nel mirino. L’Italia e il mondo nell’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo 1939-1981 presenta l’Agenzia milanese fondata da Vincenzo Carrese nel 1936 attraverso il suo archivio e i materiali fotografici in esso conservati, i quali, a loro volta, narrano le vicende più rilevanti di quarant’anni di storia italiana e non. Durante la visita, gli studenti saranno introdotti al tema dell’archivio, attraverso la visione delle immagini e degli oggetti originali esposti, con particolare riferimento a quello fotografico di Publifoto, ma, allo stesso tempo, saranno stimolati ad una riflessione di più ampia portata in relazione al ruolo fondamentale che tali raccolte rivestono per la società. contemporanea e il valore che assumeranno in futuro. In laboratorio gli studenti, divisi per gruppi, verranno invitati a ricostruire, a partire dall’analisi dettagliata di alcune fotografie esposte in mostra, le micro e le macro storie in essi narrate.

● Prima fase: Visita in mostra, con particolare attenzione alla Sezione Publifoto e alle opere fotografiche del fotografo Pino Musi che mostrano l’Archivio nella sua collocazione attuale.

● Fase intermedia: Dopo aver introdotto sinteticamente agli studenti le diverse tipologie di archivio esistenti e le modalità con cui, negli stessi, i materiali possono essere ordinati e quindi consultati, segue un brainstorming volto a stimolare i ragazzi sulle funzioni dell’archivio oggi e sulla necessità. che questi luoghi continuino ad esistere.

● Conclusioni: Gli studenti, divisi in gruppetti, indagano e analizzano dettagliatamente una o più fotografie, pre-selezionate, dell’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo per poi restituirne il racconto e la memoria al resto del gruppo.

Opere di riferimento: fotografie di Pino Musi, fotografie e oggetti originali esposti nella sezione Publifoto.

Obiettivi educativi: far comprendere agli studenti l’importanza degli archivi. Stimolare una riflessione sull’”oggetto fisico” (ad es. documento fotografico) e sul valore da esso rivestito per la Storia che porta con sè. Stimolare gli studenti ad una lettura più critica e consapevole dei materiali, originali e non, con cui si trovano a confrontarsi nella vita quotidiana.

Keywords: #archivio, #raccolta di documenti, #microstoria #macrostoria #storia

 

INFORMAZIONI

Breve visita alla mostra + laboratorio
(durata circa 90 minuti)
Gruppi fino a 15 studenti 70€ Gruppi da 16 a 30 studenti 90€

Visita guidata alla mostra anche in lingua inglese, francese, tedesco, spagnolo (durata circa 60 minuti)
Gruppi fino a 15 studenti 50€ Gruppi da 16 a 30 studenti 70€

Docenti accompagnatori e studenti con disabilità ingresso gratuito

Le attività per le scuole si attivano su prenotazione e possono essere realizzate dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 16.00.

Scuole

Per promuovere l’apprendimento della fotografia come strumento didattico, utile all’inclusione sociale e all’accrescimento di una sensibilità di analisi critica, CAMERA propone un programma di laboratori dedicati a bambini e ragazzi di scuole elementari, medie e superiori. La proposta didattica è basata sul principio secondo cui l’acquisizione del sapere passa attraverso la scoperta, il gioco e la creatività.
Tutte le attività saranno improntate a una didattica laboratoriale, forma di apprendimento che sorge dalla curiosità, dall’interazione, dal contatto diretto con gli strumenti e dalla sperimentazione delle proprie idee.

Il Family office, Tosetti Value S.I.M., da sempre attento al valore della formazione nel passaggio generazionale, è lieto di sostenere il programma didattico per le scuole di CAMERA.