Incontri

I giovedì in CAMERA | 13 giugno, ore 19.00

Joan Fontcuberta. Il tradimento delle immagini

From the Sputnik series: Ivan and Kloka performing their historical EVA (Extra Vehicular Activity) © Joan Fontcuberta
Ingresso
Ingresso incontro > 3 Euro | Ingresso incontro + mostra > 10 Euro intero | 6 Euro ridotto
Prenotazioni
prenotazioni@camera.to

Joan Fontcuberta, uno dei massimi esponenti della fotografia contemporanea, sarà a CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia per un incontro aperto al pubblico giovedì 13 giugno alle 19.00.
Catalano (classe 1955), Fontcuberta, fotografo, filosofo, insegnante, attento osservatore della realtà contemporanea ha trasformato il mondo della fotografia con le sue opere, da animali immaginari a fotomontaggi surreali, e ha teorizzato un nuovo universo delle immagini: la post-fotografia, di cui è uno dei padri fondatori. Da una trentina d’anni scompiglia il mondo della fotografia con una serie di geniali progetti che giocano con il potere, il fascino e il rischio contenuto in ogni immagine, per invitare le persone a sbarazzarsi delle abitudini e a esplorare i confini tra realtà e finzione, con responsabilità e humor. È maestro nel manipolare la fotografia, attraverso la quale riesce a dare una percezione distorta eppure plausibile della realtà, allo scopo di instillare il dubbio sulla veridicità della rappresentazione e della comunicazione, il sospetto che il confine fra realtà e illusione sia spesso così sottile da non poter essere colto.

Nell’incontro Joan Fontcuberta dialogherà con il direttore di CAMERA, Walter Guadagnini, per indagare le modalità linguistiche con le quali fake news e verità alternative si diffondono nelle comunità e acquisiscono sempre più rilevanza all’interno della creazione artistica e dell’attivismo politico. Sebbene per artisti e attivisti la post-verità sia un fenomeno di controllo sociale, sempre più spesso essa viene inclusa nel processo di creazione artistica e si fa strumento di critica sociale, economica e politica. In tale contesto, le immagini fake adottate dagli artisti sono artifici per infiltrarsi con autorevolezza in contesti altri e creare cortocircuiti narrativi. Fontcuberta si interrogherà su come tale tipologia di finzione si manifesti oggi in arte e fotografia e come le modalità di creazione di senso agiscano anche attraverso l’inganno.

Joan Fontcuberta è un fotografo, docente e scrittore catalano. Insegna Comunicazione Audiovisiva all’Università Pompeu Fabra di Barcellona, ed è considerato uno dei massimi esponenti della fotografia contemporanea. Le sue opere sono state esposte in numerosi musei nel mondo, dal MoMA di New York allo Science Museum di Londra, e formano parte di importanti collezioni pubbliche e private. Nel 1980 fonda la rivista Photovision. È autore di numerosi saggi sulla fotografia.

 

Realizzato nell’ambito di FUTURES cofinanziato dal Programma Europa Creativa dell’Unione Europea.

 

Intervengono

Joan Fontcuberta, Fotografo
Walter Guadagnini, Direttore CAMERA

 

Ingresso incontro > 3 Euro
Ingresso incontro + mostra > 10 Euro intero | 6 Euro ridotto

 

È richiesta la prenotazione: prenotazioni@camera.to

 

I giovedì in CAMERA

CAMERA ospita nel Gymnasium un programma di incontri aperti al pubblico con l’intento di rendere il Centro una meta di riferimento in città per il dibattito intorno alla fotografia. Il programma include incontri con i protagonisti del mondo della fotografia e della cultura, insieme a realtà attive sul territorio, per animare uno scambio virtuoso e inaugurare un nuovo spazio di dibattito e sperimentazione culturale. La struttura del programma prevede due incontri mensili, uno dedicato agli approfondimenti sulle mostre in corso a CAMERA, l’altro all’universo della fotografia intesa come ambito professionale ma anche sfera di interesse comune a un pubblico più allargato.