Incontri

21 febbraio 2019, ore 19.00

Staged Photography. Sandy Skoglund e gli anni ’80

The Green House, 1990. Fotografia a colori, Collezione Cirillo, Brescia. Courtesy Paci contemporary gallery

In concomitanza con la mostra Sandy Skoglund. Visioni ibride, curata da Germano Celant e inaugurata il 24 gennaio scorso, CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia ospita un incontro di approfondimento sulla Staged Photography con il critico d’arte e curatore Luca Beatrice (Torino, 1961) che racconterà nascita ed evoluzione di tale corrente di ricerca artistica, sviluppatasi negli anni Ottanta, e incentrata sulla riproduzione fotografica di scene immaginarie allestite o ricostruite artificialmente.

Partendo dalla descrizione del percorso artistico di Sandy Skoglund quale “image maker”, Beatrice ricostruirà le origini del movimento attraverso figure chiave di quegli anni come Joel Peter Witkin, Patrick Nagatani per arrivare a Cindy Sherman e – più tardi – David La Chapelle, autori che hanno caratterizzato gli sviluppi estetici di tale ricerca, benché in maniera diversa ma allo stesso modo efficace.

Intervengono:
Luca Beatrice, critico d’arte e curatore
Walter Guadagnini, direttore di CAMERA

Ingresso incontro > 3€
Ingresso incontro + mostra > 10 Euro intero | 6 Euro ridotto

E’ richiesta la prenotazione: prenotazioni@camera.to

L’incontro si inserisce nel ciclo di appuntamenti de “I giovedì in CAMERA”, realizzati con il supporto di Lavazza e Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Torino.

I giovedì in CAMERA

CAMERA ospita nel Gymnasium un programma di incontri aperti al pubblico con l’intento di rendere il Centro una meta di riferimento in città per il dibattito intorno alla fotografia. Il programma include incontri con i protagonisti del mondo della fotografia e della cultura, insieme a realtà attive sul territorio, per animare uno scambio virtuoso e inaugurare un nuovo spazio di dibattito e sperimentazione culturale. La struttura del programma prevede due incontri mensili, uno dedicato agli approfondimenti sulle mostre in corso a CAMERA, l’altro all’universo della fotografia intesa come ambito professionale ma anche sfera di interesse comune a un pubblico più allargato.