Didattica

Autunno 2017 | Attività per le scuole

Dai Paparazzi al cyberbullismo. L’immagine privata nell’epoca dei social media.

@CAMERA
Costi
Laboratorio + breve visita alla mostra: 4€ a studente | Visita guidata alla mostra: 3€ a studente
Informazioni
T. +39 011.088.1150 | didattica@camera.to
Programma
Scarica il programma delle attività
Prenotazioni
Scarica il modulo

A settembre ricomincia la scuola e ritornano le nostre proposte educative per coinvolgere studenti e insegnanti nel vasto mondo della fotografia!

“Dai Paparazzi al cyberbullismo, l’immagine privata nell’epoca dei social media” è il macro tema che abbiamo scelto e declinato, in collaborazione con Arteco, in occasione della mostra  Arrivano i Paparazzi! 

La mostra crea un percorso visivo sulla fotografia delle celebrità e del loro mondo, a partire dagli anni Sessanta fino ad oggi, dal punto di vista della fotografia “rubata”. La mostra si compone di oltre 150 immagini di “Vip e Star di ieri e di oggi”, tra le quali Anita Ekberg, Marilyn Monroe, Jackie Kennedy, Lady D, con scatti di famosi fotografi come Tazio Secchiaroli, Marcello Geppetti, Ron Galella, Umberto Pizzi e progetti fotografici di artisti contemporanei come Alison Jackson e Armin Linke.

Le proposte educative di CAMERA in occasione della mostra si rivolgono al pubblico delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado. Sono divise in una parte teorica e un laboratorio creativo finalizzati alla realizzazione di un lavoro che rappresenta un’occasione ludica e di relazione interpersonale, secondo le metodologie del learning by doing, dell’active learning e dell’empowered peer education. La visita e il laboratorio hanno la durata di un’ora e mezza e sono condotti da un educatore museale, che avrà cura di adattare di volta in volta il laboratorio, lo spazio e i materiali alle esigenze della classe, alla fascia d’età e al numero degli studenti.
La proposta educativa per le scuole di CAMERA è progettata in collaborazione con Arteco.

 

Le attività:

> Che impressione la fotografia!
Fotografo, fotoreporter, scattino… sono tanti i nomi con cui possiamo identificare il ruolo e la pratica del fotografo, e altrettanto vari gli scopi per i quali un’immagine può essere usata. Attraverso un excursus storico che va alle prime grandi macchine fotografiche e tecniche di stampa fino alle più moderne tecnologie digitali, la classe avrà modo di sperimentare il trasferimento dell’immagine da un foglio all’altro, “come per magia”, e di comprendere il concetto di impressione fotografica. Saranno utilizzate immagini canoniche nella storia della fotografia e di vario genere: paesaggi, ritratti, still life…

Target: primarie
Obiettivi educativi: comprendere la logica dell’apparecchio fotografico e della stampa, riflettere sulla varietà di usi e funzioni di un’immagine, conoscere le varie declinazioni della professione del fotografo, acquisire un linguaggio specifico, sperimentare tecniche di stampa.
Keywords: camera ottica, luce, tempo, scatto, impressione, stampa

 

> Dal ritratto al selfie e ritorno
La diffusione della fotografia, dalla seconda metà dell’Ottocento, permise a un numero sempre crescente di persone di entrare in possesso del proprio ritratto o di quello dei propri cari, fino a soppiantare quasi completamente la tradizione del ritratto pittorico su commissione. Dai primi ritratti in studio ai selfie di oggi, la realtà è, però, sempre filtrata dallo sguardo del fotografo… Cosa caratterizza, dunque, l’aspetto di una persona? Cosa rende diverso un individuo da un altro? I nostri tratti caricaturali corrispondono al nostro carattere? E come si riconoscono gli aspetti caricaturali di una fotografia? A partire da un’immagine di riferimento e con il supporto di fogli da lucido su cui andare a intervenire, i bambini avranno modo di scoprire come bastino pochi tratti per modificare le caratteristiche del soggetto ritratto, attenuandole o accentuandole sensibilmente.

Target: primarie
Obiettivi educativi: riflettere sul rapporto tra inganno e verità che si cela dietro un’immagine, acquisire un linguaggio specifico, comprendere gli artifici del linguaggio fotografico, riflettere sulla capacità di discernere tra aspetto fisico e identità.
Keywords: ritratto, rappresentazione, stereotipo, caricatura, deformazione, grottesco

 

> Tante immagini, poche parole
La fortuna del paparazzismo comincia quando la fotografia incontra il mondo del cinema e le storie sui grandi divi che, negli anni Sessanta, alimentano il bisogno di evasione degli italiani dopo le fatiche della Grande Guerra.  A partire da un confronto fra il linguaggio fotografico e quello cinematografico, con particolare riferimento ai primi film muti, e da una riflessione sulla dimensione narrativa e linguistica del mezzo, i ragazzi saranno invitati a realizzare, con la tecnica del collage, una propria rivista fatta di “tante immagini e poche parole”.

Target: secondarie di primo grado
Obiettivi educativi: mettere in evidenza lo stretto rapporto tra fotografia e cinema, acquisire un linguaggio specifico e consapevolezza degli usi del linguaggio fotografico, comprendere quanto una didascalia possa cambiare il senso di un’immagine.
Keywords: fototesto, fotogiornalismo, fotoromanzo, fumetto

 

> 15 minuti di…
A chi appartiene l’immagine? A chi la scatta o a chi viene ritratto? E chi ha il diritto di pubblicarla online e condividerla? In un’epoca di sovraesposizione mediatica, il tema del “furto” dell’immagine privata non riguarda più esclusivamente l’ambito giornalistico e i divi del cinema, come accadeva un tempo per i paparazzi, ma si apre a chiunque sia in possesso di uno smartphone e di un account social. I famosi “15 minuti di celebrità” di Warhol rischiano di sfociare in episodi di vero e proprio cyberbullismo. Attraverso un brainstorming, i ragazzi avranno modo di riflettere su concetti come quello di privacy, diritto d’autore e diritto all’immagine, per scoprire come, nel corso della storia, il ritratto, ovvero l’immagine di una persona, da forma di legittimazione morale del potere sia diventato strumento capace di influire fortemente, in senso positivo o negativo, sul livello di popolarità del soggetto. Il laboratorio consisterà nel rendere visibile questo paradosso lavorando con immagini di personaggi noti della storia e del presente, attraverso la realizzazione di uno studio visivo comparato.

Target: Secondarie di secondo grado
Obiettivi educativi: acquisire competenze e un linguaggio specifico intorno ai concetti di privacy, copyright e diritto all’immagine, comprendere l’importanza di un uso consapevole delle immagini e dei rischi latenti come il cyberbullismo
Keywords: privacy, cyberbullismo, popolarità, ritratto

 

Informazioni e prenotazioni:
>Laboratorio + breve visita alla mostra (durata circa 90 minuti): 4€ a studente
>Visita guidata alla mostra per gruppi di minimo 20 studenti (durata circa 60 minuti): 3 € a studente
>Docenti accompagnatori e studenti con disabilità: ingresso gratuito

Informazioni e prenotazioni: 011.088.1150 | didattica.scuole@camera.to

Le attività didattiche per le scuole si attivano su prenotazione e possono essere realizzate dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 16.00.

Il Family office, Tosetti Value S.I.M., da sempre attento al valore della formazione nel passaggio generazionale, è lieto di sostenere il programma educativo per le scuole di CAMERA.

 

Scuole

Per promuovere l’apprendimento della fotografia come strumento didattico, utile all’inclusione sociale e all’accrescimento di una sensibilità di analisi critica, CAMERA propone un programma di laboratori dedicati a bambini e ragazzi di scuole elementari, medie e superiori. La proposta didattica è basata sul principio secondo cui l’acquisizione del sapere passa attraverso la scoperta, il gioco e la creatività.
Tutte le attività saranno improntate a una didattica laboratoriale, forma di apprendimento che sorge dalla curiosità, dall’interazione, dal contatto diretto con gli strumenti e dalla sperimentazione delle proprie idee.

Il Family office, Tosetti Value S.I.M., da sempre attento al valore della formazione nel passaggio generazionale, è lieto di sostenere il programma didattico per le scuole di CAMERA.