Didattica

Attività per le scuole 2018

FOTOGRAFARE L’IMMAGINARIO

© Archivio Storico della Città di Torino
Costi
Laboratorio + breve visita alla mostra: 4€ a studente | Visita guidata alla mostra: 3€ a studente
Informazioni
T. +39 011.088.1150 | didattica@camera.to
Programma
Scarica il programma delle attività
Prenotazioni
Scarica il modulo

Per l’anno 2018 CAMERA propone alle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado attività dedicate all’educazione all’immagine e declinate in base alle diverse fasce d’età.

Il programma prevede attività di avvicinamento alla tecnica fotografica e all’analisi dell’immagine stabilendo un costante confronto con l’esperienza quotidiana degli studenti. Le attività proposte hanno l’obiettivo di stimolare una lettura critica delle immagini, competenza indispensabile per una decodifica consapevole delle fotografie con cui i ragazzi sono frequentemente a contatto, in particolare quelle diffuse tramite web e social media.

Le attività sono divise in una parte teorica e una pratica: una visita alla mostra e un laboratorio creativo. La visita e il laboratorio hanno una durata complessiva di un’ora e mezza e sono condotti da un educatore museale, che adatta di volta in volta il laboratorio, lo spazio e i materiali alle esigenze della classe, alla fascia d’età e al numero degli studenti.

La proposta educativa per le scuole di CAMERA è progettata in collaborazione con Arteco (www.associazionearteco.it).

 

Il Family office, Tosetti Value, da sempre attento al valore della formazione nel passaggio generazionale, è lieto di sostenere il programma per le scuole di CAMERA.

Sponsor tecnico: CARIOCA

 

LE ATTIVITA’

> Fake pics? La fotografia non dice sempre il vero

Per molto tempo la fotografia è stata considerata una tecnica di riproduzione della realtà. È stato lungo il percorso che l’ha portata ad essere elevata al rango delle altre arti, al pari della pittura e della scultura. Nonostante questo, ancora oggi si tende a considerare “vero” tutto ciò che si vede riprodotto in un’immagine fotografica, dimenticandosi che nel mondo contemporaneo, ancor più che in passato, l’oggetto fotografia può essere il risultato di numerose manipolazioni. A partire da una riflessione sulla soggettività/oggettività del mezzo fotografico, con riferimenti ad alcuni importanti esponenti e correnti della fotografia del passato, gli studenti verranno invitati a interrogarsi sulla credibilità delle immagini fotografiche, ed in particolare a quelle diffuse tramite web e social media.

Target: Scuole secondarie di primo e secondo grado

Obiettivi educativi: riflettere sul rapporto tra il vero e il falso nell’utilizzo della tecnica fotografica; acquisire un linguaggio specifico e consapevolezza degli usi del linguaggio fotografico, comprendere quanto l’associazione di un testo a un’immagine possa cambiarne il significato.

Parole chiave: fake news, rappresentazione, stereotipo, vero, falso.

 

> Il messaggio dalla camera oscura

Il ruolo della fotografia è sempre più rilevante in una società che produce e mette in circolo milioni di immagini fotografiche ogni giorno. Tutti noi scattiamo quotidianamente fotografie: questo ci rende fotografi? Con che scopo fotografiamo: per documentare, rappresentare, raccontare oppure per esprimere la nostra creatività? E quale messaggio arriva a chi osserva le nostre foto? Un’introduzione alla storia della fotografia, improntata ad un costante confronto con l’esperienza quotidiana degli studenti, offrirà spunti di ragionamento volti a stimolare la capacità critica, indispensabile nel processo di decodifica delle immagini fotografiche con cui i ragazzi sono quotidianamente a contatto e nella produzione e condivisione di fotografie, anche in un’ottica di prevenzione di fenomeni di cyberbullismo.

Target: Scuole secondarie di primo e secondo grado

Obiettivi educativi: Svelare la complessità della fotografia, in rapporto alle arti considerate “maggiori”, alla sua storia breve ma ricca di trasformazioni – non solo di natura tecnologica – al suo ruolo centrale nell’ambito della comunicazione (sia a livello di mezzi di informazione, sia nell’uso privato che ciascuno fa) e sui rischi di un uso inconsapevole del mezzo.

Parole chiave: rappresentare, documentare, archiviare, esprimere, classificare, decodificare, messaggio, cyberbullismo

 

> Un mondo a colori

La fotografia nasce in bianco e nero ma, sin dalle origini, numerosi sono stati gli sforzi per introdurre il colore nella stampa fotografica. Oggi, con la fotografia digitale e le tecniche di postproduzione, il fotografo ha la possibilità di manipolare fortemente l’immagine anche nei suoi aspetti cromatici. Ma perché il colore – o la scelta di non usarlo – ha un ruolo fondamentale nella fotografia? Come si può trasformare un’immagine con l’uso del colore? I bambini sperimenteranno, in un laboratorio divertente e intuitivo, la possibilità di modificare un’immagine attraverso l’introduzione di un semplice elemento cromatico, scoprendo la forza espressiva del colore.

Target: Scuole  primarie

Obiettivi educativi: Offrire una chiave di lettura specifica dell’immagine fotografica, trasmettere alcuni dei concetti fondamentali della storia della storia e della tecnica fotografica, ragionare sulla forza espressiva del colore.

Parole chiave: colore, strati, espressione.

 

> Dentro o fuori?

La fotografia è una porzione di mondo che viene selezionata al momento dello scatto attraverso l’inquadratura e che esclude ciò che rimane fuori dalla composizione: tutto quello che c’è intorno alla foto e non si vede è da immaginare e costruire con la fantasia. Allo stesso modo, la cartolina, rappresentazione iconica di un luogo, deriva dalla medesima volontà di selezione ma apre alla possibilità di inventare tutto il resto, disegnando e colorando fuori dal contorno.

Target: Scuole primarie

Obiettivi educativi: acquisire conoscenze specifiche sulla differenza tra rappresentazione fotografica e rappresentazione pittorica; imparare il significato e l’uso di parole come inquadratura e composizione; stimolare un processo di tipo immaginifico a partire da un’immagine data.

Parole chiave: inquadratura, taglio, composizione, fantasia, invenzione.

Scuole

Per promuovere l’apprendimento della fotografia come strumento didattico, utile all’inclusione sociale e all’accrescimento di una sensibilità di analisi critica, CAMERA propone un programma di laboratori dedicati a bambini e ragazzi di scuole elementari, medie e superiori. La proposta didattica è basata sul principio secondo cui l’acquisizione del sapere passa attraverso la scoperta, il gioco e la creatività.
Tutte le attività saranno improntate a una didattica laboratoriale, forma di apprendimento che sorge dalla curiosità, dall’interazione, dal contatto diretto con gli strumenti e dalla sperimentazione delle proprie idee.

Il Family office, Tosetti Value S.I.M., da sempre attento al valore della formazione nel passaggio generazionale, è lieto di sostenere il programma didattico per le scuole di CAMERA.